“La Provincia” – Cyberbullismo gli studenti presentano un cortometraggio

150 150 Brunelleschi Da Vinci

ISTITUTO “BRUNELLESCHI DA VINCI”

Convegno: Cyberbullismo

Articolo tratto da “La Provincia” del 16 febbraio, firmato M. Marcoccia, sul convegno svoltosi all’interno dell’Istituto in data 14/02/2017.

Nell’Istituto“Brunelleschi Da Vinci” di Frosinone, si è tenuto un convegno sul tema del Cyberbullismo, al quale hanno partecipato la D.S. Patrizia Carfagna e il prof. Giovanni Arduini, docente presso l’Università di Cassino, esperto di pedagogia sperimentale e di utilizzazione delle tecnologie della comunicazione nella didattica. In tale circostanza è stato presentato un cortometraggio, dal titolo “Cuore a mano libera”, realizzato dagli studenti all’interno del progetto “Camera Rolling”, vale a dire un corso pratico di sceneggiatura e regia tenuto da Giacomo De Angelis e Gianmarco Testani, formatori esterni alla scuola ed esperti di fotografia, regia e sceneggiatura. Il progetto è stato coordinato dalla prof.ssa Fiorella Fratarcangeli.

La D.S. ha espresso grande soddisfazione per il lavoro svolto dagli studenti, che li ha visti cimentarsi in un’esperienza nuova ed entusiasmante, nello stesso tempo ha sottolineato la grande attualità dell’argomento. Infatti, purtroppo, il fenomeno della violenza sul web sembra dilagare soprattutto tra i giovani che sono, nello stesso tempo, vittime ed attori del cyberbullismo. La scuola ha voluto dedicare uno spazio significativo a tale tematica, proprio per invitare i ragazzi a maturare una coscienza sempre più consapevole delle proprie azioni. Giacomo de Angelis, che ha curato sia la regia che la fotografia, ha sottolineato l’importanza che è stata data in ogni momento del lavoro all’aspetto creativo dello stesso, agli stimoli che hanno contribuito a rafforzare lo spirito di collaborazione, perché solo seguendo il rispetto del singolo, l’intera troupe potrà poi raggiungere il proprio obbiettivo. Quest’impresa ha permesso agli studenti partecipanti di maturare e crescere innanzitutto come persone, in più ha consentito loro di sperimentare diversi ruoli, che vanno dalla segretaria di edizione, all’assistente di produzione, al trucco di scena, al direttore di fotografia. Il corto, dirà nella relazione il prof. Giovanni Arduini, ha  tante finalità educative, in quanto suscita nel pubblico un forte coinvolgimento emotivo dato dalla drammaticità della situazione ben raccontata specie nel momento nel quale si susseguono le immagini di pianto e di disperazione della protagonista, vittima dello scherno e delle parole offensive dei compagni.

La superficialità con la quale i giovani oggi, troppo spesso, usano la rete deve essere argomento di grande riflessione, perché i pericoli, che essa nasconde e i danni che provoca, sono irreversibili. La referente dell’iniziativa, la prof.ssa Fiorella Fratarcangeli, ha espresso i più vivi e sinceri complimenti a tutti gli allievi coinvolti ed in particolare al neo diplomato Daniele campa giorni, che ha emozionato tutta la platea con le musiche scritte come colonna sonora.

Il giovane musicista e compositore, dopo questa prima esperienza, è già al lavoro per una nuova produzione commissionata dal conservatorio “Licinio Refice” di Frosinone.