Progetto RESET: manifestazione conclusiva

150 150 Brunelleschi Da Vinci

RESET-LOGO

Sabato 4 giugno si è svolto la Latina l’evento conclusivo del progetto europeo Erasmus+  “RE.S.E.T.”  che ha impegnato 15 studenti dell’istituto per ben due anni, sotto la guida delle prof.sse Edina Furlan e Lucia Iorio. Il progetto, incentrato sulla formazione di esperti nella creazione e gestione di eventi sportivi (SPORT EVENT PLANNER), ha riscontrato un grande successo a livello regionale per la forte valenza  formativa e la grande attualità, sottolineando il sempre  crescente rapporto tra mondo dell’imprenditoria e lo sport. Il progetto ha  mirato a integrare la formazione degli studenti attraverso l’apprendimento di competenze che non sono previste nel percorso scolastico ma che sono fortemente richieste dalle aziende che lavorano nel settore. In questo campo, infatti, agenzie e società di organizzazione di eventi sportivi necessitano di personale qualificato in grado di rispondere a un duplice requisito: una specializzazione trasversale nel settore dello sport (che comprenda diverse discipline e relativi target di pubblico) e possieda competenze tecniche e abilità per costituire un team di lavoro in grado di coordinare le attività necessarie alla riuscita di una manifestazione sportiva. Sulla scorta della spinta proveniente dalla domanda di mercato, le Scuole aderenti al progetto hanno mirato a sviluppare il nuovo profilo professionale dello SPORTS EVENTS PLANNER. Questa figura professionale, presente da molti anni nel mercato statunitense e sempre più richiesta in quello europeo non ha ancora trovato nelle scuole italiane una piena e corrispondente offerta formativa.

 Gli alunni del nostro istituto sono stati impegnati in  lunghe ed accurate attività di formazione con diversi esperti del settore (C.O.N.I. Lazio, Unicam, la John Cabot University di Roma, la Oxford University Press, le Aziende ASL di Frosinone e Latina, la Federazione  Italiana Shuttlecock e Confsport Italia), attività che sono culminate con due mobilità di tre settimane a Lipsia (Germania) e Barcellona (Spagna), accompagnati dalle docenti responsabili .

L’evento svoltosi a Latina ha rappresentato la conclusione  di questa importante esperienza e ha visto gli alunni delle otto scuole aderenti al progetto sfidarsi in una competizione di ecokart completamente organizzata  nei minimi particolari dagli  studenti.  I ragazzi partecipanti hanno realizzato 8 kart a spinta e si sono cimentati in due gare, divisi in  2 squadre (maschile e femminile) per ogni istituto :

–          Percorso a tempo su circuito di 1,8 km;

–          Sprint ½ miglio  rettilineo.

All’uopo, il centro della città di Latina è stato chiuso al traffico dalle 15.30 alle 22.00 e ha coinvolto tutta la cittadinanza che ha sostenuto e tifato per i ragazzi.

La manifestazione ha visto la partecipazione di numerose autorità e sponsor ed ha rappresentato un momento di festa, sport e sana competizione. Come ha ricordato il dott. Riccardo Viola,  presidente del   C.O.N.I. Lazio, “questo progetto ha realizzato in maniera egregia ciò che da anni si tenta a fatica  di attuare  nella scuola italiana, ossia l’integrazione tra la formazione professionale e il mondo dello sport”. Non da ultimo, è doveroso ricordare che il progetto ha rappresentato un importantissimo e bellissimo momento di crescita non solo professionale, ma anche umano, creando tra tutti i partecipanti, alunni e docenti, provenienti da tante realtà diverse, dei solidi legami  di stima e amicizia.

L’evento sportivo di Latina inaugurerà una tradizione. Ogni anno gli studenti delle Scuole partner, a rotazione, ne organizzeranno uno presso la propria città replicando le buone prassi con un effetto di ricaduta di medio-lungo periodo sull’intero territorio regionale.

Le professoresse  Furlan  e Iorio esprimono tutta la loro soddisfazione nei confronti di questo progetto, così  lungo ed impegnativo, e sottolineano il grande interesse, la fattiva collaborazione e l’estremo coinvolgimento di tutti i quindici ragazzi dell’Istituto con i quali è stato possibile vivere quest’esperienza unica nel suo genere.